Le bugie hanno le gambe corte

Leggo oggi su Repubblica.it che il forte aumento della produzione di energia elettrica con fonti rinnovabili sta mettendo in difficoltà le centrali tradizionali che non operano per un tempo sufficientemente lungo da continuare ad essere redditizie. Appena un anno fa il presidente del consiglio con le gambe corte aveva dichiarato una moratoria per evitare il referendum sulle centrali nucleari. Il ritorno al nucleare in Italia avrebbe portato a investire decine di miliardi per avere centrali che avrebbero prodotto energia fra chissà quanti anni.

Oggi, ad un solo anno di distanza, l’ENEL cerca di rallentare la crescita della produzione delle energie alternative perché danno “fastidio” alla produzione con combustibili fossili. Probabilmente le fonti rinnovabili non sono ancora concorrenziali perché danno profitto anche grazie agli incentivi ma i costi dei pannelli fotovoltaici è già diminuito moltissimo, si parla addirittura di crollo dei prezzi nel corso di un solo anno. Alcune stime prevedono che ci sarà il pareggio nel prossimo anno.

Spero veramente che il nucleare rappresenti il futuro… anche in futuro.

 

Annunci

Un pensiero su “Le bugie hanno le gambe corte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...