La fata dei boschi

Andiamo verso una zona un po’ discosta dalla stradina. Un piccolo spazio in piano rilevato di qualche metro rispetto ai prati circostanti, propaggine del bosco. Gli abeti delimitano una piccola area che sembra fatta apposta per stare tranquilli, riparati dalla brezza e dal sole troppo diretto. Giusto l’ora di mettere qualcosa sotto i denti e poi godersi un po’ di tranquillità e magari mitigare quel bianco latteo lasciato dalle lunghe settimane di pioggia.

Chiacchierare tranquilli, dormicchiare, sentire il calore del Sole con la pelle, quello della sua mano nella mia…

Le nuvole vanno e vengono ma una un po’ più grande scarica un po’ di pioggia, non tanta da superare la barriera dei rami, per non bagnarsi è sufficiente stare più addossati al tronco. Non c’è più nessuno nei paraggi, il mondo per un attimo sembra appartenerci.

Annunci

2 pensieri su “La fata dei boschi

  1. …è in un tuo bacio che il mondo si perde,le nostre anime prendono il volo oltre i sottili confini dettati dall’uomo,la magia è questa…perdermi in te stringendomi nel tuo abbraccio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...