Verdi solitari

Adoro fotografare gli alberi, non tutti allo stesso modo però. Quelli isolati soprattutto, piccole isole in un mare d’erba. Immagino un grande faggio verde in posizione un po’ elevata fra i campi di grano dorato ed i prati in un giorno di fine luglio con l’aria ferma, secca e bollente. Le cicale che friniscono. Sostarvi sotto per aver un po’ di sollievo dal sole cocente, scoprire che qualche passero ha avuto la tua stessa idea. Sedersi appoggiati al tronco che avrà ospitato chissà quante schiene e chissà quante ancora ospiterà, in compagnia di qualcuno con cui poter chiacchierare e se poi quel qualcuno è una persona un po’ speciale che sa apprezzare anche lo stare semplicemente in silenzio e godersi l’isola, sarà un bel giorno.

Annunci

2 pensieri su “Verdi solitari

  1. Le persone speciali esistono ed il bello è che non si trovano in posti speciali, possono essere ovunque ed in qualunque momento. L’importante è accorgersene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...