Ristrutturazioni

Giusto ieri chiacchieravo, fra uno script ed un aggiornamento di software, di quanto fosse deleteria la finanza per il mondo del lavoro, soprattutto i lavoratori. Mi diceva che una volta il top manager di General Electric prendeva al massimo 50 volte lo stipendio di un impiegato e si parla di Stati Uniti e la seconda industria del mondo. Oggi Cimoli per aver affossato Alitalia prende una liquidazione di svariati milioni di €… d’altra parte con le FFSS aveva già mostrato tutte le sue capacità.

E poi arrivano quelle belle riunioni dove si parla di “ristrutturazione aziendale” che tradotto in soldoni, vuol dire mandare via un po’ di gente. Risultato: le azioni salgono di qualche punto percentuale, chi annuncia la ristrutturazione queste azioni casualmente le ha nel portafoglio ed il dipendente ristrutturato arriva a casa e non sa come dire alla moglie che sarà dura pagare il mutuo adessso che è in CIG…

E poi c’è anche quello che dipendente non è ma è molto flessibile, tanto flessibile che si adatta benissimo il giorno successivo ad avere improvvisamente molto tempo libero per cercare un altro lavoro altrettanto flessibile. Non sempre ENEL, Telecom e le altre “utilities” si dimostrano altrettanto flessibili nell’accettare che si paghi la bolletta con qualche giorno di ritardo…

Naturalmente lo si fa appena prima delle vacanze che sia mai che ci si possa godere di qualche giorno di riposo… tanto loro si sono già abbronzati su uno yacht dall’altra parte del mondo.

PS: il manager, quando ha finito di ristrutturare per bene, cambia casa appena prima che, lima qua, sega là… crolli tutto.

Annunci

Verdi solitari

Adoro fotografare gli alberi, non tutti allo stesso modo però. Quelli isolati soprattutto, piccole isole in un mare d’erba. Immagino un grande faggio verde in posizione un po’ elevata fra i campi di grano dorato ed i prati in un giorno di fine luglio con l’aria ferma, secca e bollente. Le cicale che friniscono. Sostarvi sotto per aver un po’ di sollievo dal sole cocente, scoprire che qualche passero ha avuto la tua stessa idea. Sedersi appoggiati al tronco che avrà ospitato chissà quante schiene e chissà quante ancora ospiterà, in compagnia di qualcuno con cui poter chiacchierare e se poi quel qualcuno è una persona un po’ speciale che sa apprezzare anche lo stare semplicemente in silenzio e godersi l’isola, sarà un bel giorno.

Incomprensioni

Capita sovente coi film, coi libri che ad una prima visione o con una lettura superficiale, ci comunichino un certo messaggio. Film che pare inneggino alla guerra, libri che descrivono un mondo idilliaco… poi li rivediamo o li leggiamo nuovamente e scopriamo che è stata la cosa più antimilitarista che ci sia mai stato dato di vedere o di esser pervasi ineluttabilmente dal pessimismo più nero dopo aver esplorato meglio l’idillio di quel mondo. Ci sono altresì persone che mai capirano questo doppio significato ed altre ancora che non avranno voglia di impegnarsi a capirlo.

Viviamo nel migliore dei mondi possibile.