Vaticini

Sto affinando una nuova arte divinatoria: l’apertura della pellicola di alluminio che sigilla il vasetto di yogurt è quanto mai aleatoria, per quanto si presti attenzione la probabilità che venga via tutta d’un pezzo rimane ridotta. Si può strappare in due parti di dimensioni analoghe. Può rimanere uno spicchio a dividerla in due che poi per toglierlo per forza ti impiastricci le dita del contenuto oppure, quando sei proprio convinto di esserci riuscito ecco che lui, infame traditore, lascia indietro uno spicchietto. L’evento che odio maggiormente è senza dubbio quando rimane qualche sottile scaglia argentata incollata al bordo…

Si potrebbe spiegare tutto in termini di pressatura o temperatura non uniforme al momento del fissaggio della pellicola al bordo, trazione dell’apposita linguetta secondo una direzione non perfettamente perpendicolare al piano individuato dal bordo del vasetto stesso… oppure abbandonarsi alla superstizione e trarre auspici sull’andamento della giornata, la vita, la salute, l’amore, l’andamento delle crisi di governo e chi più ne ha più ne metta.

Dovrò mettermi a studiare approfonditamente la fenomenologia del’apertura del vasetto, trovare un nome adatto, analizzare il comportamento con esemplari di varie marche… oppure ho visto in vendita barattoli in vetro con coperchio a vite.

La vita d’albergo è alienante?

Annunci

4 pensieri su “Vaticini

  1. io non posso crederci che tu riesca ad avere un forum sulla pellicola argentata dello yoghurt, cmq condivido quando la apri e rimane un pezzettino di stagnola che da un fastidio atroce…… cercro sempre di aprire con calma per superare e ovviare a questo problema ma il più delle volte succede sempre che un pezzo avanza allora prima lo lecco e poi lo stacco così evito di sporcarmi le mani :):):)

    Per quanto riduarda la vita d’albergo che dire….. certo bello tutte le comodità del mondo letto rifatto colazione pronta, ma la solitudine è devastante 4 mura fredde che non sono casa, il ghiaccio ( anche se simpatici ) del portiere, ( sei cmq un cliente ) le donne delle pulizie che non si vedono mai, ma ci sono, e alla sera torni a “casa” solo nelle 4 mura…

    Ciao Emiliano

  2. Pignolino risponde: questo non è un forum ma un blog…

    Per la cronaca, stamattina è stata la volta della scaglia di piccole dimensioni incollata al bordo. La leccata in albergo ha da essere discreta anche se non sono rare quelle mattine che a far colazione sono solo senza nessuno (diverso da solo con gente). Fortunatamente con alcuni membri del personale si è stabilito un rapporto non freddo, si può chiacchierare, sparlare di qualche cliente “originale”… sbloccargli la stampante inceppata. In fondo sono lì da molto più tempo di alcuni portieri. Però son sempre 4 mura, magari con un numero diverso: 103, 205, 304… che ormai riconosco come “quella con la crepa sul muro del bagno”, “quella col cavo dell’antenna sistemato alla bell’e meglio dal sottoscritto quando dopo una lunga giornata avevo fatto appena in tempo a rientrare per vedere ER…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...