Tele(m)patia

Oggi forse è estate, al più domani. Ieri quindi è stato l'ultimo giorno di questa lunga, faticosa, primavera. Una primavera in cui alcune cose sono iniziate o meglio finite ancor prima di iniziare. Altre cose cominciate, quasi per celia, procedono, si trasformano in altro.

Chiacchiere e poco più, conoscersi, calembour, scherzi, scadenze che si avvicinano, stress, momenti di buonumore, confusione, lunghe notti che diventano brevi, fantasie, stanchezza. Sogni. Si verificano coincidenze che è difficile credere siano tali. Appuntamenti attesi. Sperimento le differenze fra forme di comunicazione sincrona ed asincrona. Qualcosa forse sta andando oltre quanto ci si aspettava, magari è quanto inconsciamente già si desiderava. Porsi l'imperativo di non voler distrarre troppo. Rivelazioni. La sensazione di esser considerato importante.

[…]lo scopriremo solo vivendo[…]

Mi preparo ad affrontare una lunga estate calda sperando in temporali clementi.

Annunci

2 pensieri su “Tele(m)patia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...