Sera di primavera

Arrivo da Milano, col ritardo minimo necessario a perdere con cronometrica precisione la coincidenza per affrontare gli ultimi 25 km (il treno, per il colmo della beffa, sfila sul binario accanto). Manca un'ora e dieci al prossimo e, visto che non ho niente di meglio da fare, opto per una passeggiata nei dintorni. È ora di cena e si incontra poca gente, a giudicare dall'aria e dalle pozze che si stanno asciugando deve aver piovuto poco fa ma si sta rapidamente rasserenando. Per intanto approfitto per mandarle un SMS di invito, magari accetterà…

C'è quella luce particolare che confonde le distanze. Cammino con calma, scrivendo il messaggio a pezzi. Un'occhiata alle vetrine, qualche rara coppia che passeggia, rapidamente scandisco le ultime uscite cinematografiche. Giungo in piazza San Carlo che ormai le luci artificiali stanno prendendo il sopravvento. Mi fermo ad osservare le vetrine della libreria Druetto, libri di fotografia, d'arte… sullo sfondo i vecchi scaffali in legno. Incollata al vetro una poesia… "Se" di Kipling, poco più in là un foglio anonimo che ingenera in me un po' di tristezza: 1925-2006 la libreria dal 30 maggio chiuderà i battenti. Peccato. Nel frattempo arrivano padre e figlia (noto la figlia naturalmente…), anche loro fanno a caso all'avviso.

Proseguo, rifletto sulla giornata, sulle mie sensazioni su rucecenti avvenimenti, a volte concentrato a volte distratto dalle luci delle vetrine. Giungo fino in piazza Castello, lo sguardo spazia fino al cielo, spuntano nubi rosa intenso fra quelle che ormai vanno scurendosi. Do un'occhiata all'ora: meglio che mi sbrighi, fra un quarto d'ora parte il treno (possibile che sian passati tre quarti d'ora?). Attraverso la piazza e faccio ancora in tempo a notare una grossa statua di pietra nera lucida di Ramsete II, possibile che non l'abbia mai notata? Anche una coppia di fronte a me noto che la osserva… magari l'hanno veramente appena messa. Pazienza, non ho il tempo di controllare… Arrivo in stazione che stanno annunciando la partenza del treno.

Annunci

2 pensieri su “Sera di primavera

  1. è una bella primavera 🙂
    sarà che mi guardo attorno più attenta perché immagazzino colori, profumi e sensazioni in vista della ‘nuotata’ o sarà, ma la trovo particolarmente bella

  2. è una lunga stagione, con alti e bassi. Cose che iniziano, cose che finiscono prima di cominciare, cose che capitano. Cose che rimangono dentro. Una stagione intensa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...