Empasse

Forse sono diventato meteoropatico ed il ritorno all'autunno, dopo la breve illusione di primavera, pare avermi indotto una sensazione di insoddisfazione che non comprendo in pieno.

Ho l'impressione che inizino cose, vadano un po' avanti e poi si incaglino come una nave su una secca. La secca è sott'acqua e non si vede. Magari basta aspettare l'alta marea per prendere nuovamente il mare aperto oppure occorre una spinta più potente… un'onda un po' più forte o forse una mareggiata, magari lo tsunami è eccessivo.

Attendo. La pazienza non mi difetta.

Che io possa avere la forza di cambiare le cose che posso cambiare,
che io possa avere la pazienza di accettare le cose che non posso cambiare,
che io possa avere soprattutto l’intelligenza di saperle distinguere.
–Tommaso Moro

Annunci

2 pensieri su “Empasse

  1. Quindi c’è un inizio di ponte che al momento spenzola su in fiume ignoto di cui non si vede l’altra riva?

    /me intanto tira fuori il costume e si prepara a un tuffo in una qualche fontana romana per creare l’onda anomala che sospiri 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...