Il cappello sull’altra riva

Quando la situazione è all'impasse e ti rendi conto che non fai altro che girarci intorno, c'è una cosa da fare: lanciare il cappello.

Se c'è un fiume da guadare, se l'acqua scura sembra profonda e impetuosa, se non riesci a deciderti ad attraversare, prendi il cappello e lo getti sull'altra riva. A quel punto rimane un solo modo per riprenderlo perché comodi ponti non ce ne sono.

(e pensare che io non sopporto i cappelli)

Annunci

2 pensieri su “Il cappello sull’altra riva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...